Stampa

Archeologica in Sila

Scritto da Super User. Posted in Non categorizzato

 Eccezionale scoperta archeologica in Sila: ritrovato lo scheletro del “cugino” del mammut

Lo scheletro completo del “cugino” del mammut è stato ritrovato sui monti della Sila cosentina da ricercatori dell’Universita’ del Molise

 
 

image: http://www.strettoweb.com/wp-content/uploads/2017/11/Elephas-Antiquus-300x225.jpg

Elephas AntiquusE’ stato ritrovato da ricercatori e archeologi dell’Universita’ del Molise sui monti della Sila cosentina, in Calabria, lo scheletro completo, il primo in Italia, di ‘Elephas Antiquus’, esemplare che viene definito dagli studiosi il ‘cugino’ del mammut. Al momento ancora gran parte dello scheletro dell’elefante è ancora nascosto fra i sedimenti e solamente una zanna, un molare e altri frammenti verranno puliti e restaurati presso il laboratorio archeologico dell’Ateneo molisano diretto da Carlo Ebanista.

Si tratta di un rinvenimento eccezionale, una scoperta fortuita – spiegano dall’ateneo molisano – che potrebbe in parte riscrivere la storia della Calabria settentrionale. Secondo le prime valutazioni, il gigantesco animale, dell’altezza di 4 metri al garrese, sarebbe morto sulle sponde del lago Cecita per cause naturali. Nella zona non sono stati infatti trovati elementi che facciano pensare alla presenza di antichi cacciatori, ma le indagini nell’area sono solo all’inizio”. 


Per approfondire http://www.strettoweb.com/2017/11/eccezionale-scoperta-archeologica-in-sila-ritrovato-lo-scheletro-del-cugino-del-mammut/630987/#ihkI1ovdjPbmcKxK.99